Museo Carlo Bilotti

Museo Carlo Bilotti

L'Aranciera di Villa Borghese, ora sede del Museo Carlo Bilotti, ha una storia secolare e di grande interesse, dovuta alle numerose trasformazioni che nel corso del tempo ne hanno modificato in misura sostanziale sia l'assetto sia le funzioni. Già presente nell'area prima della realizzazione della Villa Borghese da parte del cardinale Scipione (1576-1633), quale residenza di un certo prestigio della nobile famiglia dei Ceuli, l'edificio conobbe i suoi fasti maggiori nell'ultimo quarto del Settecento con Marcantonio IV Borghese (1730-1800). Egli, infatti, nell'ambito delle considerevoli trasformazioni promosse nella Villa, lo fece ampliare e ridecorare, a opera di una folta schiera di artisti di fama, facendone il perno del nuovo assetto dell'area, caratterizzato dalla presenza dello spettacolare Giardino del Lago. Anche la denominazione venne mutata e il Casino fu detto "dei Giuochi d'Acqua" a sottolinearne la funzione ludica, sede di eventi e di feste mondane ampiamente celebrati nelle cronache del tempo. 
Si trattava, però, di un periodo glorioso destinato a breve vita a causa dei disastrosi cannoneggiamenti subiti durante gli scontri che portarono alla caduta della Repubblica Romana nel 1849. Ridotto in ruderi e ricostruito molto liberamente e senza più tracce del ricchissimo apparato decorativo, fu adibito ad Aranciera, cioè al ricovero invernale dei vasi di agrumi. Nel 1903, all'epoca del passaggio di Villa Borghese al Comune di Roma, era sede di uffici e abitazioni; ospitò quindi un istituto religioso e successivamente, dal 1982, uffici comunali.
L'intervento realizzato per trasformare l'Aranciera in Museo ha permesso di rendere di nuovo
leggibile quanto restava della sua struttura originaria, recuperando alcuni ambienti occultati
da tempo, e ha fornito l'occasione per ricostruire compiutamente, per la prima volta, la storia dell'edificio.


Luogo e recapiti

  • Viale Fiorello la Guardia - Roma
             06 0608

    Orario: mart-ven 10-16, sab e dom 10-19

  • Jago "Habemus hominem"
     15/02/2018  al 02/04/2018

    Cardine fondamentale delle opere presentate, che vanno dal 2009 a oggi, due ritratti di Papa Benedetto XVI: il primo iniziato quando il pontefice era…

    Mostre   
    Vettor Pisani. Il cibo interpretato
     09/02/2018  al 02/04/2018

      Roma, gennaio 2018. Concepita come un frammento del Teatro Totale di Vettor Pisani (R.C. Theatrum), s’inaugura venerdì 9 febbraio…

    Mostre   
    Lucilla Catania, InMateriale
     04/04/2017  al 04/06/2017

    Una riflessione intima per lo spazio e nello spazio in una relazione tra materia e forma che può essere casuale o causale, dolorosa o gioiosa,…

    Mostre   
    Architettura Invisibile
     18/01/2017  al 26/03/2017

    Sono trascorsi cinquant’anni dall’esplosione di due fondamentali fenomeni dell'avanguardia architettonica, esorditi in un’epoca…

    Mostre   
    Delta ti. In tempo reale
     16/12/2015  al 17/01/2016

       Gli artisti: Giorgio Andreotta Calò, Elisabetta Benassi, Mircea Cantor, Claire Fontaine, Rä di Martino, Baldo Diodato, Ileana…

    Mostre