14/12/2013 dalle 18:00  al 30/01/2014

Valeria Agostinelli. Il sasso spezzato

Valeria  Agostinelli. Il sasso  spezzato

“(…)Lei ti prese come una donna prende

       un vestito a saldo dall’attaccapanni
       ed io mi spezzai come si spezza un sasso.”

Da “Poesie d’amore” di  Anne Sexton

La mostra di Valeria Agostinelli , “il sasso spezzato”, presenta un’installazone composta da trentanove sculture in carta velina stratificata.Sospesi a soffitto cappelli a dimensione naturale, lasciano intravvedere piccoli corpi ognuno dei quali avvolto in scritte color seppia con citazioni di versi di Anne Sexton, Anna Achmatova, Alda Merini, Patrizia Cavalli, W.H.Auden, Pedro Salinas. L’installazione,rigorosamente bianca occupa l’ngresso della galleria, ponendosi in contrasto con la parete frontale dipinta in nero.
Il realismo dei grandi cappelli si contrappone alla stilizzazione dei piccoli corpi, ora rannicchiati, ora ritti con il capo verso l’alto, ora inginocchiati, tutti in sospensione aerea , in attesa di qualcosa che potrebbe accadere nel silenzio del sé.
Ad ogni essere comunque un cappello,a bombetta od a cilindro, protezione garantita nella richiesta esplicita di abitare la propria intimità.
La monocromia  trova corrispondenza nei  disegni  su carta che definiscono e concludono il progetto :  undici scatole bianche, dal forte aggetto racchiudono altrettanti disegni  composti da carte stratificate, disegnate a matita,colorate con chine ed aniline giustapposte a collage a costruire l’immagine. Figure immerse in paesaggi  isolati,luoghi come sognati, corpi che abitano lo spazio spesso disarmonico e contrastato della vita, che hanno stratificato esperienze,ricordi,desideri in un unico, intimo “sasso spezzato”.

 


Luoghi

  • Galleria Vanna Casati - Via Borgo Palazzo, 42 - Bergamo
             035 222333     035 222333

    Orario: lun-ven 16.30-19.30, sab 11-12.30 e 16.30-19.30, mart chiuso

  • Categorie correlate