Anelli Salvatore

Anelli Salvatore

Salvatore Anelli, nasce a Comiso in Sicilia ma vive e lavora a Rende, in Calabria. Ha insegnato fino al 2009 presso il Liceo Artistico di Cosenza. La sua attività artistica ha inizio negli anni ’70 con opere pittoriche in cui compare l’elemento figurativo ma solo in chiave citazionistica. Nel 1977 è membro attivo del gruppo Arte insieme, le cui iniziative nascono dalla volontà di conciliare arte e impegno politico. In occasione dell’installazione a Comiso della base americana NATO organizza e partecipa a diverse iniziative pacifiste, tra cui una mostra a carattere internazionale presso il Centro Studi Mancini di Cosenza, che tra gli ospiti include anche lo scienziato Thomas Siemer, progettista e poi obiettore dei missili cruise.
A partire dagli anni ’80 fondamentale è la partecipazione al Laboratorio di poesia e arti visive, un’associazione di poeti e pittori che, mantenendo assai stretto il rapporto vita-arte-poesia, hanno realizzato momenti di scambio e importanti iniziative collettive.
Nel 1986, la rassegna Lembi pitagorici (tenutasi prima nell’aula Caldora dell’Università della Calabria e poi nel Museo Civico di Rende), documenta l’utilizzo di un nuovo linguaggio artistico, fatto di materiali extrapittorici e di esperienze visive e multimediali.
La riflessione sul tema dell’uomo e delle sue condizioni induce l’artista a sperimentare nuove tecniche pittoriche e ad adoperare materiali poveri, come catrame, bende ingessate, tele e carta straccia imbevuta di pigmenti, che nel loro farsi materia rivelano l’essenza più intima e più profonda della crisi della modernità. A questo periodo appartengono le opere dal titolo Celle silenziose, intese come veri e propri accumuli in introspezione di luoghi, eventi ed immagini del nostro vissuto, che ben si prestano a diventare inedite scenografie per quinte teatrali.
Nel 1992 l’artista intensifica la collaborazione con il Teatro dell’Acquario di Cosenza e, in particolare, con il regista Massimo Costabile. Produce installazioni sceniche per “Cani Randagi” (1992), “L’Edipo di Sofocle” e “Il velo e la sfida. Tommaso Campanella e l’arte della dissimulazione onesta” (1998), “Medea” (1999), "Antigone da Sofocle” e “Nel ventre della bestia” (2001), "Jenin. Incubi di guerra" (2004) ed "Emigranti" di Slawmir Mrozek (2006).
Dal 2004 presiede un centro culturale espositivo, Vertigo, fondato a Cosenza con un gruppo di intellettuali che, in piacevole convivialità, sono mossi dalla voglia di stare insieme e di porsi alcune domande di fondo fra le maturazioni delle avanguardie e la volontà di segnare nella storia il tempo in divenire. In questo clima di speculazione concettuale e di interazione tra artisti, nasce nel 2007 Specchio alterato, un’idea – progetto da realizzare a quattro mani e, come scrive il critico d’arte Paolo Aita, l’idea dello sdoppiamento creativo dà vita ad un gioco di sostituzioni, di completamenti e di integrazioni che rompono il vecchio concetto di unitarietà compositiva dell’opera.
2006 Natività nell'arte contemporanea, trenta artisti trenta per trenta, Open Space - Catanzaro.
2007 52° Biennale di Venezia 2007 sezione progetto speciale “Camera 312- promemoria per Pierre”.
2008 Tornare @ Itaca, Viaggio come ritorno nella geografia delle emozioni, Palazzo Comunale di Grimaldi, Vertigoarte Cosenza, Spazio Tadini Milano; Il luogo dell'Arte e i suoi segni nascosti, Castello Normanno Santa Severina (KR); progetto profondità 45, Michelangelo al lavoro - Palazzo Atena, Torino World Design Capital 2008; Nevica nella dimora, catalogo mostra, Centro Angelo Savelli, lamezia Terme. Tornare @itaca arte per la legalità, Museo dei Brettii e degli Enotri, Cosenza; Fondazione Mudima, Milano; Un Aeroporto per l’Arte, Teatro Naselli, Comiso, Ragusa; Segni del Novecento, Disegni italiani dal Secondo Futurismo agli anni Novanta, Museo dell’Alto Tavoliere, San Severo, Foggia; 2011 - ARTIST’S BOX, il luogo dell’anima, Biblioteca Comunale “F: De Nobili” Catanzaro; Biennale d’Arte Contemporanea “Magna Grecia” S. Demetrio Corone (CS); 150 artisti raccontano la nostra storia, Archivio di Stato, Novara; V edizione Biblia Pauperum, Museo Diocesano di Jesi; LASCIARE IL SEGNO  anno 4° " DIARIO D'ARTISTA" LUINO (Va); Galleria Spazio28, underground, Milano; 2012 – 54° Biennale di Venezia, 150 anni per l’Unità d’Italia, Sala nervi Torino; Monocolori, Galleria Quinto Cortile, Milano; Libidine/libidine Libri d’Artista/Libri oggetto, Palazzo della Cultura, Cafè letterario, Catania;

scritti:

P. Aita, T. Altomare, A. Basile, M. Bignardi,V. Bonazza, M. W. Bruno, V. Cappelli, T. Coltellaro, C. Colasanti, M. Celani, A. D’Elia, E. Della Corte, E. Di Grazia, F. Dionesalvi, E. Di Mauro, G. Disler, M. Distefano, F. Garritano, A. Ginesi F. Gordano, , R. Granafei, A. Guastella, S. Iagulli, F. W. Lupi, V. Magnanelli, G. Mayaud, S. Manganelli, L. Marziano, F. Miglietta, I. Mussa, M. Pasqua, G. Pedicini, D. Pieroni, R. Pinto, F. Piperno, L. Pratesi, P. Restany, P. Ruffilli, E. Santesi, A. Sanna, T. Sicoli, F. Solmi, M. Vinelli, S. Williams, G. Scartaghiande.

 


Http://salvatoreanelli.it

Luogo e recapiti

  • Viale dei Giardini, 5 - 87100 Rende - Cosenza
             0984 462796    0984 462796
  • Categorie correlate

    IBRIDIFOGLI. recenti acquisizioni
     07/06/2014  al 29/06/2014

    La rassegna nasce dal desiderio di valorizzare e divulgare il patrimonio di Libri-opera custoditi nell’archivio Libroteca Ibridifogli di Antonio…

    Mostre